logo Unione Europea    logo Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali    logo fse
  logo ItaliaLavoro
 Ti trovi in:  Home » Programmi nazionali » FIxO Scuola & Università
 
FIxO - Scuola&Università
FIxO Scuola & Università
Alto apprendistato per giovani laureati
separatore
Lo scopo del Programma è ridurre i tempi di ingresso nel mercato del lavoro dei diplomati, dei laureati e dei dottori di ricerca, incidendo, al lungo termine, sul contenimento dei fenomeni di job mismatch, attraverso interventi di qualificazione dei sistemi scolastici ed universitari nell’erogare servizi di orientamento e intermediazione e nel promuovere politiche attive del lavoro.

 

La strategia di lungo periodo - le cui linee guida sono state individuate da Europa 2020 e a cascata da ''Italia 2020 Piano d’azione per l’occupazione dei giovani'' definito congiuntamente dai tre Ministeri, del Lavoro, dell’Istruzione, Università e Ricerca e della Gioventù - è:

  • contribuire ad un progressivo avvicinamento dei tassi di occupazione dei giovani laureati e diplomati italiani alla media UE;
  • migliorare la qualità dei posti di lavoro per il capitale umano qualificato (laureati, diplomati e dottori di ricerca).

 

Infatti, FIxO Scuola & Università, nel periodo 2011 - 2013, si propone di riorganizzare i servizi di orientamento e intermediazione e di promuovere la realizzazione di misure di politica attiva secondo quanto disposto dal Collegato Lavoro (L. 183/2010). Norma che ha dato un rinnovato impulso alla implementazione dei servizi di placement delle Università mediante il sistema CLICLAVORO e la pubblicazione dei curricula vitae degli studenti e dei laureati sui siti degli Atenei, e alla riforma  del contratto di apprendistato, in particolare il contratto di ''alto'' apprendistato come moderna leva di placement per i giovani laureati.

  

Attività
Il Programma si articolerà in 4 Linee di intervento/Azioni nel periodo 2011 - 2013:

 

  1. Definizione di accordi regionali per la promozione di politiche attive del lavoro e la qualificazione di servizi di intermediazione a favore di giovani in transizione scuola - università - lavoro. Creare – nell’ambito del sistema regionale dei servizi per il lavoro un rapporto strutturato tra le 19 Regioni e il sistema scolastico e universitario con l’obiettivo di attuare politiche a favore di giovani diplomati, laureati e dottori di ricerca nella fase di transizione dal mondo dell’istruzione/formazione a quello del lavoro;
  2. Strutturazione nel sistema scolastico dei servizi di orientamento e placement e promozione di misure e dispositivi di politica per i diplomandi e diplomati: organizzare servizi di orientamento e placement in 365 scuole secondarie di secondo grado, prioritariamente istituti tecnici e professionali individuati in accordo con le Regioni, e realizzare -  in raccordo con il sistema produttivo, formativo ed istituzionale - servizi e politiche attive - tirocini di orientamento e formazione, contratti di apprendistato - in grado di raggiungere un bacino potenziale di 55.000 diplomandi e diplomati;
  3. Qualificazione nel sistema universitario dei servizi di orientamento e placement e promozione di misure e dispositivi di politica per i laureati: qualificare i servizi di placement  in 70 Università che aderiranno al sistema CLIC LAVORO (art. 48 L. 183/10) in un’ottica di ''premialità'' a fronte dei servizi erogati e delle politiche attive promosse a favore dei laureati e dottori di ricerca - 5mila contratti di ''alto'' apprendistato e 30mila tirocini di orientamento e formazione con la certificazione delle competenze e la sperimentazione del Libretto Formativo a livello nazionale - nonché delle collaborazioni rafforzate con le Agenzie per il Lavoro, i Consulenti del Lavoro, e Centri per l’Impiego e gli altri attori del mercato del lavoro;
  4. Promozione di percorsi di inserimento lavorativo di laureati e dottori di ricerca: promuovere interventi di supporto all’inserimento nel mercato del lavoro di 1.900 laureati, dottorandi e dottori di ricerca mediante l’incentivazione di contratti di lavoro - con particolare riferimento al contratto di apprendistato – nell’ambito del sistema imprenditoriale che innova e internazionalizza  e il sostegno all’autoimprenditorialità, valorizzando l’expertise derivante dalla ricerca universitaria.  

 

Destinatari

Diretti:

  • 1.900 tra laureati, dottorandi e dottori di ricerca tramite percorsi di inserimento lavorativo e supporto all’autoimprenditorialità;
  • 5.000 laureati con la promozione del contratto di apprendistato di terzo livello;
  • 30.000 laureati attraverso tirocini di orientamento e formazione (extracurriculari);
  • 55.000 diplomati mediante servizi di orientamento al lavoro e di intermediazione.

Indiretti:

  • Regioni;
  • 70 Università statali e non statali che adempiano alle indicazioni dell’art. 48 della Legge 183/2010 in materia di autorizzazione all’incontro tra domanda e offerta di lavoro;
  • 365 istituti di scuola secondaria di secondo grado da individuare su tutto il territorio nazionale in accordo con le Regioni.


Committente
Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali

 

Durata
Luglio 2011 -  Dicembre 2013

 
icona sezione CampagnaCampagna pubblicitaria
icona news Notizie dal territorio